Prestiti Cambializzati

Prestiti Cambializzati

I prestiti cambializzati sono quei prodotti di credito distinti dal fatto che il loro rimborso avviene tramite pagamento di cambiali.
La cambiale è una promessa di pagamento che viene poi trasformata in soldi quando il cliente versa la cifra stabilita per la rata del prestito presso uno sportello bancario.

Non ci sono vincoli per scegliere la banca a cui fare riferimento, a meno che non sia l’istituto di credito che si sceglie per il prestito. In tutti gli altri casi infatti la scelta della banca dove versare le cambiali è a completa discrezione del cliente, che non è tenuto a considerare per forza la banca dove ha eventualmente domiciliato il suo conto corrente o altri servizi.

Il prestito cambializzato si comporta come un prodotto di credito non finalizzato a tutti gli effetti,  poiché viene concesso da tutti gli operatori finanziari che lo prevedono senza la richiesta preventiva di motivazioni in merito all’erogazione.

prestiti cambializzati possono coprire cifre a partire dai 2.500 ai 30.000 euro, con delle richieste particolari che possono essere accettate fino a 60.000 euro e la richiesta può avvenire, per la maggior parte dei casi, anche comodamente online.

Più o meno per tutti gli operatori finanziari, tradizionali o presenti online, i requisiti sono un reddito dimostrabile che possa coprire agevolmente il pagamento della rata mensile della cambiale e un carico finanziario non oltre il 50% sul reddito portato a dimostrazione.

Nel caso in cui il richiedente fosse neoassunto o avesse altro tipo di difficoltà, alcuni operatori creditizi richiedono la firma di un garante per tutelarsi da eventuali ammachi di pagamento.

Un’altra garanzia che viene spesso richiesta è l’accessibilità al TFR (Trattamento di Fine Rapporto), ovvero la somma accumulata durante il periodo lavorativo, presso la propria azienda; è un altro fondo a cui l’ente erogatore può attingere in caso di mancato pagamento.

Quanto al prestito in senso stretto, la somma viene elargita con assegno circolare o bonifico bancario verso il conto corrente che il cliente rilascia.

Il pagamento delle cambiali a rimborso del prestito coprirà un periodo compreso solitamente tra i 12 ed i 120 mesi (da 1 a 10 anni), ciò dipende dalla somma richiesta e dall’importo della rata.

Nonostante la delicatezza di un titolo come le cambali, il prestito cambializzato comporta dei vantaggi a livello di dilazione, in quanto le cambiali permettono una buona elasticità delle rate,che possono essere rinnovate in caso di difficoltà, in modo da allungare, in caso di effettivo bisogno,  il rimborso del prestito o il suo ammontare.

Prestito Cambializzato Cattivi Pagatori

Il Prestito Cambializzato a Cattivi Pagatori

Il prestito cambializzato è una tipologia di finanziamento accessibile anche a chi ha avuto in passato segnalazioni per ritardi e mancati pagamenti e risulta quindi un cattivo pagatore.

I prestiti cambializzati ai cattivi pagatori possono essere, in casi eccezionali, lunica forma di finanziamento possibile. Attualmente non siamo in grado di fornire un elenco di società finanziarie che concedono prestiti cambializzati, tuttavia la richiesta può essere presentata nelle agenzie di credito del territorio o alle società finanziarie online, mentre è molto difficile che gli istituti di credito attivino tale forma di prestito.

In alcuni casi per essere finanziati i cattivi pagatori devono attivare unipoteca sullimmobile di proprietà o presentare una terza persona come garante a garanzia del prestito richiesto.

Per un prestito cambializzato i cattivi pagatori possono essere finanziati per importi compresi tra i 2000 e 75000 euro circa.
Limporto richiesto e finanziato viene erogato al cattivo pagatore in una decina di giorni lavorativi a fare data dalla firma del contratto attraverso assegno circolare o bonifico bancario in una unica soluzione, solo a volte si può ottenere un piccolo acconto sul totale.

Per quel che riguarda il rimborso dei prestiti, invece, in base allimporto prestato può variare tra i 12 ed i 120 mesi (da 1 anno a 10 anni) tramite il pagamento di cambiali scadenziate mensilmente. In sede di firma contrattuale il cattivo pagatore beneficiario del prestito può scegliere listituto al quale appoggiarsi per il rimborso che non deve essere necessariamente il proprio di fiducia.
Il piano di ammortamento di un prestito cambializzato può essere a rata e tasso fisso o variabile, ma per comodità delle due parti viene quasi sempre scelto il primo enunciato.

La rata del prestito con cambiali è la somma della quota capitale e della quota di interessi maturati. In alcuni casi nella rata viene sommata una quota assicurativa a copertura di rischio vita e rischio impiego e le eventuali spese di istruttoria.

Listituto scelto provvederà mensilmente ad avvisare il cattivo pagatore dellimminente scadenza della rata mensile. In caso di ritardo o mancato pagamento di una o più cambiali comporterà azioni giudiziarie pressoché immediate.

Come ogni genere di prestito, anche il prestito cambializzato a cattivi pagatori può essere estinto in anticipo, senza penali, come da istruzioni riportate sul conteggio estintivo rilasciato in ogni momento dallente erogante.