Finanziamento Cambializzato

Finanziamento con Cambiali

Il finanziamento cambializzato offerto dagli operatori di credito presenti attualmente sul mercato è un prodotto che assicura una somma di denaro a chi ne ha bisogno, un finanziamento a tasso fisso e con  rata costante, che potrà essere ricambiato tramite il versamento a scadenza mensile di cambiali, direttamente presso gli sportelli bancari più comodi per il cliente.

Questo finanziamento non è un prodotto offerto da tutti gli operatori però, data la delicatezza di un mezzo come le cambiali.
In ogni caso, per chi concede prestiti cambializzati, tale prodotto è riservato a tutti i lavoratori dipendenti, con firma singola, anche in presenza di altri finanziamenti in corso.

L’erogazione del finanziamento è prevista attraverso l’invio al domicilio del cliente di un assegno circolare intestato direttamente al richiedente oppure può essere accreditata la somma richiesta sul suo conto corrente personale tramite bonifico bancario.

Per il rimborso, come dicevamo, è sufficiente che il cliente si presenti puntuale ogni mese presso la filiale dell’istituto di credito che ritiene opportuno, anche una banca di cui non è mai stato cliente quindi, e  rimborsare la quota che ha stabilito in sede di contratto con l’ente che gli ha erogato il finanziamento.

Come tutte le tipologie di finanziamento, anche quello cambializzato può essere estinto in una sola soluzione, per la parte mancante del debito, nel momento in cui il cliente ne abbia l’opportunità.

Per farlo egli deve richiedere all’ente che gli ha erogato il finanziamento il cosiddetto conto estintivo, ovvero la quota che gli resta ancora da pagare, comprensiva di altre eventuali spese: a questa và aggiunta una minitassa, del valore generalmente dell’1% dell’importo richiesto per il finanziamento.

Per poter valutare la reale cedibilità del finanziamento, gli enti preposti spesso richiedono la documentazione necessaria per inquadrare economicamente il cliente, che comprende il certificato dello stipendio, i dati anagrafici ed eventuali altre prove della  sua condizione finanziaria (buona parte degli operatori concedono questi finanziamenti anche a protestati o cattivi pagatori).

Soltanto dopo aver valutato questa documentazione si potrà passare al calcolo della rata ed all’erogazione del finanziamento.

Le somme rilasciate per i finanziamenti cambializzati sono solitamente  fino a circa 50.000 euro, con variazioni in base all’istituto di credito di riferimento.

Anche la situazione economica del cliente può influire sulla somma massima erogabile.
Per avere preventivi personalizzati e consulenze mirate è possibile inserire i propri dati e le proprie richieste direttamente on line, nei siti web delle banche o presso le pagine internet delle società che lavorano online.

Prestito Cambializzato tra Privati

Il Prestito Cambializzato tra Privati

Il prestito cambializzato tra privati è una forma di prestito sempre più utilizzata in questo ultimo periodo di crisi economica e finanziaria. I prestiti con cambiali, al contrario dei prestiti moto, sono finanziamenti non finalizzati per i quali il richiedente non deve dare dimostrazione scritta della motivazione della richiesta. Il prestito cambializzato tra privati permette al richiedente di ottenere una liquidità pressoché immediata per fare fronte alle spese urgenti ed improvvise.

Ovviamente l’importo della richiesta deve essere concordato con il privato cittadino al quale ci si rivolge, in base quindi alla disponibilità del creditore. E’ sempre consigliabile mettere per iscritto gli accordi presi verbalmente tra le due parti coinvolte.
Per richiedere e per concedere un prestito con cambiali tra privati non bisogna essere in possesso di particolari requisiti, ma è sufficiente essere corretti da entrambe le parti nella concessione e nella restituzione dello stesso.

Per quanto riguarda i termini di liquidazione del prestito è a discrezione del creditore concedere la somma richiesta in due giorni piuttosto che dieci o quindici. L’erogazione del prestito può avvenire attraverso l’emissione di un assegno circolare intestato al beneficiario consegnato a domicilio, oppure con un versamento sul conto corrente del richiedente stesso.
Per quanto riguarda il rimborso, invece, sempre facendo fede agli accordi presi, sarà possibile restituire il prestito in un numero di rate variabili a seconda anche della somma ricevuta in prestito.

Trattandosi di un prestito cambializzato, la modalità di rimborso sarà sicuramente attraverso il pagamento di cambiali scadenziate mensilmente. Ogni rata mensile sarà costituita da una quota capitale ed una quota relativa agli interessi maturati nel tempo.

Il tasso di interesse del prestito con cambiali tra privati è sicuramente più conveniente rispetto a quelli applicati dalle agenzie di mediazione creditizia. I due privati che si accordano per il prestito devono tenere conto del margine dei tassi di usura dettato dalle tabelle trimestrali emesse dalla Banca d’Italia relative ai tassi di interesse in vigore.

Come ogni prestito cambializzato, si ha il vantaggio di flessibilità rispetto al periodo di rimborso, variabile in corso di pagamento e lo svantaggio di incorrere in segnalazioni ed eventuali pignoramenti in caso di mancato pagamento di una o più cambiali.

 

Prestito Cambializzato Cattivi Pagatori

Il Prestito Cambializzato a Cattivi Pagatori

Il prestito cambializzato è una tipologia di finanziamento accessibile anche a chi ha avuto in passato segnalazioni per ritardi e mancati pagamenti e risulta quindi un cattivo pagatore.

I prestiti cambializzati ai cattivi pagatori possono essere, in casi eccezionali, lunica forma di finanziamento possibile. Attualmente non siamo in grado di fornire un elenco di società finanziarie che concedono prestiti cambializzati, tuttavia la richiesta può essere presentata nelle agenzie di credito del territorio o alle società finanziarie online, mentre è molto difficile che gli istituti di credito attivino tale forma di prestito.

In alcuni casi per essere finanziati i cattivi pagatori devono attivare unipoteca sullimmobile di proprietà o presentare una terza persona come garante a garanzia del prestito richiesto.

Per un prestito cambializzato i cattivi pagatori possono essere finanziati per importi compresi tra i 2000 e 75000 euro circa.
Limporto richiesto e finanziato viene erogato al cattivo pagatore in una decina di giorni lavorativi a fare data dalla firma del contratto attraverso assegno circolare o bonifico bancario in una unica soluzione, solo a volte si può ottenere un piccolo acconto sul totale.

Per quel che riguarda il rimborso dei prestiti, invece, in base allimporto prestato può variare tra i 12 ed i 120 mesi (da 1 anno a 10 anni) tramite il pagamento di cambiali scadenziate mensilmente. In sede di firma contrattuale il cattivo pagatore beneficiario del prestito può scegliere listituto al quale appoggiarsi per il rimborso che non deve essere necessariamente il proprio di fiducia.
Il piano di ammortamento di un prestito cambializzato può essere a rata e tasso fisso o variabile, ma per comodità delle due parti viene quasi sempre scelto il primo enunciato.

La rata del prestito con cambiali è la somma della quota capitale e della quota di interessi maturati. In alcuni casi nella rata viene sommata una quota assicurativa a copertura di rischio vita e rischio impiego e le eventuali spese di istruttoria.

Listituto scelto provvederà mensilmente ad avvisare il cattivo pagatore dellimminente scadenza della rata mensile. In caso di ritardo o mancato pagamento di una o più cambiali comporterà azioni giudiziarie pressoché immediate.

Come ogni genere di prestito, anche il prestito cambializzato a cattivi pagatori può essere estinto in anticipo, senza penali, come da istruzioni riportate sul conteggio estintivo rilasciato in ogni momento dallente erogante.